Paziente Anziano con neoplasia polmonare
Ats
ELCC European Lung Cancer Conference

Bevacizumab più Pemetrexed versus Pemetrexed da solo come terapia di mantenimento per i pazienti con tumore polmonare non-a-piccole cellule non-squamoso avanzato


Pemetrexed ( Alimta ) e Bevacizumab ( Avastin ) come agenti singoli sono stati approvati per la terapia di mantenimento dopo l'induzione a base di Platino nei pazienti con un tumore polmonare non-a-piccole cellule non-squamoso avanzato.
Attualmente non è chiaro se l'associazione Bevacizumab più Pemetrexed sia superiore al solo Pemetrexed.

È stato condotto uno studio di fase II non-randomizzato con due coorti sequenziali.
Nella prima coorte, 77 pazienti sono stati trattati con 4 cicli di Cisplatino, Bevacizumab e Pemetrexed ogni 3 settimane, seguiti da Bevacizumab e Pemetrexed di mantenimento fino a progressione.
Nella seconda coorte sono stati trattati 52 pazienti senza Bevacizumab, utilizzando il mantenimento con Pemetrexed da solo.

E' stata confrontata la sopravvivenza senza progressione ( PFS ), la sopravvivenza globale ( OS ), il tasso di risposta obiettiva ( ORR ), gli eventi avversi e i costi di trattamento delle due coorti.

La sopravvivenza mediana senza progressione dal momento della registrazione è stata di 6.9 mesi nella coorte 1 e 5.6 mesi nella coorte 2.

Il tasso di risposta obiettiva è stato del 62.3% nella coorte 1% e del 44.2% nella coorte 2.

La sopravvivenza libera da progressione ( hazard ratio, HR=0.7, P=0.041 ) e il tasso di risposta obiettiva ( odds ratio, OR=2.1, P=0.049 ) sono risultati migliori nella coorte 1 che nella coorte 2.

Non è stata trovata alcuna differenza di sopravvivenza globale ( HR=1.0, P=0.890 ) dopo un periodo di follow-up di 47 mesi per la coorte 1 e di 27 mesi per la coorte 2.

Il tasso di eventi avversi di grado 3 o superiore è stato maggiore nel gruppo 1.

I costi di trattamento per paziente sono stati in media 1.4 volte maggiori per la coorte 1.

In conclusione, l'aggiunta di Bevacizumab ha aumentato il tasso di risposta globale e la sopravvivenza libera da progressione, ma non la sopravvivenza globale in questo studio non-randomizzato.
Inoltre, l'aggiunta di Bevacizumab è risultata associata a maggiore tossicità e a costi più elevati. ( Xagena )

Gautschi O et al, Clin Lung Cancer 2017; 18: 303-309

Xagena_OncoPneumologia_2017



Indietro