Novartis
BMS
Lung Unit
OncoHub

Risultati ricerca per "Adenocarcinoma"

L'efficacia di Osimertinib ( Tagrisso ) nei pazienti pretrattati con tumore polmonare non-a-piccole cellule ( NSCLC ) avanzato con mutazione di resistenza EGFR T790M è stata dimostrata in studi clinic ...


Sono state valutate l'efficacia e la sicurezza di Afatinib ( Giotrif ) nei pazienti anziani naive-alla-chemioterapia con cancro polmonare non-a-piccole cellule ( NSCLC ) portatori di mutazioni di EGFR ...


È stata misurata l'associazione tra esposizione alle statine ( farmaci ipocolesterolemizzanti ) e mortalità nei pazienti con cancro del polmone appartenenti a diverse categorie di sottotipo istologico ...


Prima che il test di mutazione del gene del recettore del fattore di crescita epidermico ( EGFR ) fosse riconosciuto come altamente associato con l'attività degli inibitori della tirosin-chinasi EGFR ...


Circa il 10% delle mutazioni EGFR sono mutazioni non-comuni, che rappresentano un gruppo eterogeneo di rare alterazioni molecolari all'interno degli esoni 18-21 e sensibilità variabile agli inibitori ...


La mutazione puntiforme T790M nell'esone 20 del recettore del fattore di crescita epidermico ( EGFR ) è il meccanismo più comune di resistenza agli inibitori della tirosin-chinasi di EGFR ( EGFR-TKI ) ...


Circa il 10-15% dei pazienti con mutazioni del recettore del fattore di crescita epidermico ( EGFR ) portano mutazioni non-classiche. Tuttavia, in pazienti con mutazioni EGFR ...


La resistenza acquisita si verifica nella maggior parte dei pazienti affetti da cancro del polmone non-a-piccole cellule ( NSCLC ) con mutazioni del gene che codifica per il recettore del fattore di c ...


Il ruolo degli inibitori della tirosin-chinasi anti-angiogenici ( AATKI ) per i pazienti con cancro del polmone non-a-piccole cellule ( NSCLC ) non è ben definito. È stata condotta un’ampia meta-a ...


Le mutazioni attivanti EGFR ( recettore del fattore di crescita dell’epidermide ) sono fortemente predittive dell’attività dell’inibitore della tirosin-chinasi del recettore di EGF ( EGFR-TKI ) nel ca ...


I pazienti con tumore del polmone non-a-piccole cellule ( NSCLC ) non-squamoso in stadio IIIB/IV o ricorrente che avevano ricevuto un precedente regime chemioterapico sono stati randomizzati ( stratif ...


Nell’adenocarcinoma polmonare i riarrangiamenti ALK ( chinasi del linfoma anaplastico ) si escludono a vicenda con le mutazioni di EGFR ( recettore del fattore di crescita dell’epidermide ) e le mutaz ...


L'obiettivo di uno studio è stato quello di esplorare l'efficacia e la sicurezza di Crizotinib ( Xalkori ) rispetto a chemioterapia a doppio agente a base di Platino come trattamento di prima linea n ...


Le aberrazioni genomiche che coinvolgono ALK, ROS1 e MET possono essere driver oncogeni negli adenocarcinomi polmonari. E’ necessario identificare gli inibitori della tirosin-chinasi ( TKI ) con att ...


L'obiettivo principale di uno studio è stato quello di indagare il rapporto tra i livelli di espressione di PD-L1 e la frequenza di resistenza primaria agli inibitori della tirosina chinasi ( TKI ) de ...



Poster