Gilead Banner
Natera Banner
Bayer Banner
Tumore prostata

Esiti a 3 anni di sicurezza, tollerabilità e qualità di vita correlata alla salute di Osimertinib adiuvante nel carcinoma polmonare non-a-piccole cellule resecato in stadio da IB a IIIA con mutazione EGFR: analisi aggiornata dallo studio ADAURA


Nello studio ADAURA, Osimertinib ( Tagrisso ) nel setting adiuvante ha migliorato significativamente la sopravvivenza libera da malattia rispetto al placebo nel tumore polmonare non-a-piccole cellule resecato in stadio da IB a IIIA con mutazione EGFR.
Sono state riportate analisi approfondite sulla sicurezza, la tollerabilità e la qualità di vita correlata alla salute ( HRQoL ) a 3 anni di ADAURA.

I pazienti sono stati randomizzati a Osimertinib 80 mg oppure placebo una volta al giorno per un massimo di 3 anni.
Le valutazioni sulla sicurezza sono state eseguite al basale, alla settimana 2, alla settimana 4, alla settimana 12 e ogni 12 settimane fino al completamento o all’interruzione del trattamento e 28 giorni dopo l’interruzione del trattamento.

L’indagine SF-36 ha misurato la qualità di vita correlata alla salute ( HRQoL ) al basale, alla settimana 12, alla settimana 24 e ogni 24 settimane fino a recidiva, al completamento del trattamento o all’interruzione, con data di cutoff ad aprile 2022.

Set di analisi sulla sicurezza e qualità di vita correlata alla salute: Osimertinib, n=337 e n=339; placebo, n=343 ciascuno.
La durata mediana dell’esposizione totale è stata più lunga con Osimertinib rispetto al placebo: 35.8 rispetto a 25.1 mesi.

La maggior parte degli eventi avversi sono stati segnalati per la prima volta entro 12 mesi dall'inizio del trattamento ( Osimertinib 97%, placebo 86% ).

Gli eventi avversi che hanno portato alla riduzione, all'interruzione o alla sospensione della dose sono stati segnalati rispettivamente nel 12%, 27% e 13% dei pazienti trattati con Osimertinib; 1%, 13% e 3% con placebo.

Stomatite e diarrea sono stati gli eventi avversi più comuni che hanno portato alla riduzione o all’interruzione della dose di Osimertinib; la malattia polmonare interstiziale è stata la più comune che ha portato alla sospensione di Osimertinib, come da protocollo.

Non sono state riscontrate differenze nel tempo al deterioramento per i riepiloghi delle componenti fisiche e mentali dell'SF-36 tra Osimertinib e placebo.

Non sono stati segnalati nuovi segnali di sicurezza e la qualità di vita correlata alla salute è stata mantenuta con 3 anni di trattamento adiuvante con Osimertinib.

Combinati con un significativo beneficio in termini di efficacia, questi dati supportano ulteriormente l’uso dell’adiuvante Osimertinib nel tumore polmonare non-a-piccole cellule con mutazione EGFR in stadio da IB a IIIA. ( Xagena )

John T et al, J Thorac Oncol 2023; 18: 1209-1221

Xagena_OncoPneumologia_2023



Indietro
<-- OLD GA ANALITYCS $(function(){ //$('.notifier').addClass('open'); $('#js-reduce-link').on('click', function(e){ e.preventDefault(); $('.alert-banner').removeClass('alert-banner--large'); }); })