Lung Unit
Novartis
Roche Oncologia
BMS

Nivolumab + Ipilimumab + 2 cicli di chemioterapia con doppietta di Platino rispetto a 4 cicli di chemioterapia come trattamento di prima linea per il carcinoma polmonare non-a-piccole cellule in stadio IV / ricorrente: CheckMate 9LA


La combinazione di Nivolumab ( Opdivo ) e Ipilimumab ( Yervoy ) ha dimostrato di migliorare la sopravvivenza globale ( OS ) e la durata della risposta rispetto alla sola chemioterapia nel carcinoma polmonare non-a-piccole cellule ( NSCLC ) avanzato di prima linea ( 1L ) in CheckMate 227 Parte 1, indipendentemente dall'espressione di PD-L1.

I ricercatori hanno ipotizzato che un corso limitato di chemioterapia combinato con Nivolumab + Ipilimumab potrebbe fornire un rapido controllo della malattia, in base al beneficio di sopravvivenza globale durevole visto con la doppia inibizione di PD-1 e CTLA-4.
CheckMate 9LA è uno studio randomizzato di fase 3 che ha valutato il trattamento di prima linea con Nivolumab + Ipilimumab + 2 cicli di chemioterapia versus chemioterapia nel tumore NSCLC in stadio IV / ricorrente.

Gli adulti con tumore NSCLC in stadio IV / ricorrente, istologicamente confermato, naive-al- trattamento, stato ECOG 0-1 e nessuna alterazione nota dei geni EGFR / ALK sono stati randomizzati in un rapporto 1:1 a Nivolumab 360 mg Q3W ( ogni 3 settimane ) + Ipilimumab 1 mg/kg Q6W ( ogni 6 settimane ) + chemioterapia ( 2 cicli ) ( n = 361 ) oppure sola chemioterapia ( 4 cicli ) ( n = 358 ), con stratificazione per PD-L1 ( meno dell'1% vs 1% o più ), sesso e istologia ( squamosa vs non-squamosa ).
La chemioterapia si basava sull'istologia. I pazienti con tumore NSCLC non-squamoso nel braccio sola chemioterapia potevano ricevere terapia di mantenimento opzionale a base di Pemetrexed.
I pazienti sono stati trattati con immunoterapia fino a progressione della malattia, tossicità inaccettabile o per 2 anni.

L'endpoint primario era la sopravvivenza globale; l'analisi intermedia è stata pianificata con una percentuale di informazioni pari all'80% circa ( ovvero, dopo aver osservato circa 322 eventi totali ).
Gli endpoint secondari includevano la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) e il tasso di risposta obiettiva ( ORR ) mediante revisione centrale indipendente in cieco e l'efficacia dei sottogruppi PD-L1.
Gli endpoint esplorativi comprendevano sicurezza / tollerabilità.

Le caratteristiche di base erano bilanciate tra i bracci.

A una analisi intermedia pianificata ( follow-up minimo di 8.1 mesi ), la sopravvivenza globale è risultata significativamente prolungata con Nivolumab + Ipilimumab + chemioterapia rispetto alla sola chemioterapia ( hazard ratio, HR = 0.69, IC al 96.71%: 0.55-0.87; P = 0.0006 ).
Sono stati osservati miglioramenti statisticamente significativi nella sopravvivenza libera da progressione e nel tasso di risposta obiettiva.

Con un follow-up più lungo ( minimo 12.7 mesi ), la combinazione Nivolumab + Ipilimumab + chemioterapia, rispetto alla sola chemioterapia, ha continuato a fornire una più lunga sopravvivenza globale: mediana di 15.6 mesi versus 10.9 ( HR = 0.66, IC al 95%: 0.55-0.80 ); i tassi di sopravvivenza globale a 1 anno sono stati, rispettivamente, del 63% versus 47%.

Il beneficio clinico è stato costante in tutte le misure di efficacia nei sottogruppi chiave, inclusi PD-L1 e istologia.

Sono stati segnalati eventi avversi correlati al trattamento di grado 3-4 nel 47% versus 38% dei pazienti rispettivamente nel braccio Nivolumab + Ipilimumab + chemioterapia e nel braccio sola chemioterapia.

In conclusione, CheckMate 9LA ha raggiunto il suo endpoint primario. E' stato osservato un miglioramento statisticamente significativo riguardo alla sopravvivenza globale con Nivolumab + Ipilimumab ottimizzato per NSCLC + ciclo limitato di chemioterapia versus sola chemioterapia ( 4 cicli ) nel carcinoma del polmone non-a-piccole cellule in fase avanzata, come trattamento di prima linea.
Non sono stati riportati nuovi segnali di sicurezza. ( Xagena )

Fonte: American Society of Clinical Oncology ( ASCO ) Virtual Meeting, 2020

Xagena_OncoPneumologia_2020



Indietro