Oncologia Morabito
Roche Oncologia
OncoHub
Novartis

Studio CodeBreak 100: beneficio clinico duraturo di Sotorasib nel carcinoma al polmone non-a-piccole cellule con mutazione KRAS G12C


Sotorasib ha conferito un beneficio clinico duraturo ai pazienti con carcinoma al polmone non-a-piccole cellule avanzato con mutazione KRAS G12C, pretrattato.
Sotorasib ( AMG 510) è un inibitore KRAS G12C altamente selettivo e di prima classe.

KRAS è l'oncogene più frequentemente mutato nei tumori umani, e la mutazione KRAS G12C, che rappresenta circa il 13% degli adenocarcinomi polmonari, è associata a esiti sfavorevoli.

I dati riportati in precedenza dallo studio di fase 1 CodeBreak 100 hanno mostrato che Sotorasib ha dimostrato una attività antitumorale incoraggiante tra i pazienti con tumore NSCLC avanzato fortemente pretrattato che ospita mutazione KRAS G12C.
La dose raccomandata per la fase 2 è di 960 mg.

Nello studio di fase 2, 126 pazienti ( età mediana, 63.5 anni; intervallo, 37-80; 92.9% ex-fumatori ) con tumore NSCLC con mutazione KRAS G12C, localmente avanzato o metastatico, sono stati assegnati a Sotorasib ( 960 mg per os una volta al giorno ) fino a progressione della malattia.
Più della metà dei pazienti ( 57.1% ) aveva ricevuto, in precedenza, 2-3 linee di trattamento, il 91.3% aveva ricevuto immunoterapia anti-PD-1 / PD-L1, e l'81% aveva ricevuto chemioterapia a base di Platino e immunoterapia anti-PD-1 / PD -L1.

Il tasso di risposta obiettiva, confermato da BICR ( revisione centrale indipendente in cieco ) secondo i criteri RECIST versione 1.1, è servito come endpoint primario dello studio.
Gli endpoint secondari includevano il tasso di controllo della malattia ( DCR ), la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ), la durata della risposta ( DoR ) e la sicurezza.
Il cutoff dei dati si è verificato il 1° dicembre 2020.

Al follow-up mediano di 12.2 mesi, 124 pazienti avevano almeno una lesione misurabile al basale ed erano valutabili per l'efficacia.

E' stata osservata una risposta confermata in 46 pazienti; di questi 3 hanno ottenuto una risposta completa ( CR ) e 43 hanno ottenuto una risposta parziale ( PR ), per un tasso di risposta obiettiva ( ORR ) del 37.1% ( IC 95%, 28.6-46.2 ).

L'81% dei pazienti ha presentato una contrazione del tumore di una certa entità, e la percentuale mediana della riduzione del tumore tra tutti i responder è stata del 60%.

E' stata riportata una durata mediana della risposta di 10 mesi ( IC 95%, 6.9-11.1 ) e un tempo mediano alla risposta obiettiva di 1.4 mesi.
Il 43% dei responder è rimasto in trattamento senza progressione della malattia al cutoff dei dati.

Le risposte a Sotorasib sono state durevoli, con il 72% riscontrato alla prima valutazione.

Il tasso complessivo di controllo della malattia è stato dell'80.6% ( IC 95%, 72.6-87.2 ) e la sopravvivenza mediana libera da progressione è stata di 6.8 mesi ( IC 95%, 5.1-8.2 ).

Eventi avversi correlati al trattamento di qualsiasi grado si sono verificati nel 69.8% dei pazienti, il che ha portato a una modifica della dose nel 22.2% dei pazienti e all'interruzione del trattamento nel 7.1%.
Eventi avversi correlati al trattamento di grado 3 o superiore si sono verificati nel 20.6% dei pazienti.

Non sono stati segnalati decessi tra i pazienti.

I risultati delle analisi esplorative dei biomarcatori hanno mostrato risposte di Sotorasib in diversi sottogruppi di pazienti, inclusi quelli con livelli bassi di espressione di PD-L1 o negativi, e mutazioni concomitanti di STK11. ( Xagena )

Fonte: 2020 IASLC- WCLC ( International Association for the Study of Lung Cancer - World Conference on Lung Cancer ) - Virtual Meeting, 2021 [ Li BT, et al. Abstract PS01.07.]

Xagena_OncoPneumologia_2021



Indietro