Lung Unit
Controversies in Genitourinary Tumors 2018
ForumOncologico
ForumOncologico

Tivantinib più Erlotinib rispetto a chemioterapia a singolo agente nel tumore polmonare non-a-piccole cellule avanzato KRAS-mutato precedentemente trattato


Le mutazioni KRAS sono identificate in circa il 25% dei casi di tumore polmonare non-a-piccole cellule ( NSCLC ) e sono associate a resistenza alle terapie mirate attualmente disponibili.
L'oncogene MET può essere implicato nella progressione maligna dei tumori KRAS-mutati.

In un'analisi di sottogruppo di tumori KRAS-mutati di un precedente studio di fase 2 con Erlotinib ( Tarceva ) più l’inibitore MET orale Tivantinib, la terapia di combinazione è risultata associata a sostanziale beneficio clinico rispetto a Erlotinib da solo ( hazard ratio, HR di sopravvivenza libera da progressione [ PFS ] 0.18; P minore di 0.01 ).

È stata valutata ulteriormente in uno studio questa combinazione nel cancro al polmone non-a-piccole cellule KRAS-mutato.

I pazienti con tumore NSCLC avanzato KRAS-mutato, precedentemente trattati, sono stati randomizzati a ricevere Tivantinib orale ( 360 mg due volte al giorno ) più Erlotinib ( 150 mg al giorno ) oppure chemioterapia a singolo agente ( a scelta del ricercatore tra Pemetrexed, Docetaxel o Gemcitabina ).

L'endpoint primario era la sopravvivenza libera da progressione.
Alla progressione, il crossover da chemioterapia a Erlotinib più Tivantinib era permesso.

Sono stati assegnati in modo casuale 96 pazienti alla combinazione Erlotinib più Tivantinib ( n=51 ) oppure a chemioterapia ( n=45 ).

La sopravvivenza mediana senza progressione è stata pari a 1.7 mesi per Erlotinib più Tivantinib e 4.3 mesi per chemioterapia ( HR=1.19; P=0.50 ).
Non c'è stata differenza nella sopravvivenza generale ( HR=1.20; P=0.44 ).

Ci sono state 4 risposte parziali nel braccio chemioterapia e nessuna nel braccio Erlotinib più Tivantinib.

Complessivamente, gli eventi avversi si sono verificati più frequentemente nel braccio chemioterapia, con più episodi di citopenia, nausea, affaticamento e alopecia.
Le tossicità dermatologiche sono state più comuni nel braccio Erlotinib più Tivantinib.

In conclusione, nei pazienti precedentemente trattati con tumore al polmone non-a-piccole cellule avanzato KRAS-mutato, la combinazione dell'inibitore MET Tivantinib con Erlotinib non è risultata superiore alla chemioterapia convenzionale a singolo agente. ( Xagena )

Gerber DE et al, Lung Cancer 2018; 117: 1-6

Xagena_OncoPneumologia_2018



Indietro