Lung Unit
Novartis
BMS
OncoDermatologia

Risultati ricerca per "Inibitori della tirosin-chinasi"

Approssimativamente, il 95% dei pazienti che hanno una risposta iniziale agli inibitori della tirosin-chinasi ALK ( ALK-TKI ) mostrano una risposta incompleta con conseguente malattia residua che cons ...


Lorlatinib ( Lorviqua ) è un inibitore della tirosin-chinasi ( TKI ) di ALK di terza generazione, sviluppato per penetrare nel sistema nervoso centrale ( SNC ) e superare la resistenza agli inibitori ...


Il tumore polmonare positivo alla mutazione del recettore del fattore di crescita dell'epidermide ( EGFR ) rappresenta un sottogruppo significativo di tumori polmonari non-a-piccole cellule ( NSCLC ). ...


I tumori polmonari non-a-piccole cellule ( NSCLC ) che trasportano mutazioni attivanti per il recettore del fattore di crescita dell'epidermide ( EGFR ) mostrano una notevole risposta iniziale agli in ...


Nello studio AURA3, il trattamento con Osimertinib ( Tagrisso ) ha fornito un beneficio clinico significativo rispetto a Platino - Pemetrexed nei pazienti con tumore del polmone non-a-piccole cellule ...


Prima che il test di mutazione del gene del recettore del fattore di crescita epidermico ( EGFR ) fosse riconosciuto come altamente associato con l'attività degli inibitori della tirosin-chinasi EGFR ...


Nonostante l'avanzamento degli inibitori della tirosin-chinasi ALK di seconda generazione, i pazienti con tumore polmonare non-a-piccole cellule ( NSCLC ) ALK+ continuano a sviluppare resistenza e le ...


Circa il 10% delle mutazioni EGFR sono mutazioni non-comuni, che rappresentano un gruppo eterogeneo di rare alterazioni molecolari all'interno degli esoni 18-21 e sensibilità variabile agli inibitori ...


L'identificazione dei biomarcatori associati a benefici clinici può essere cruciale per stabilire la scelta ottimale del trattamento per i pazienti con carcinoma del polmone a cellule squamose ( SCC ) ...


La mutazione puntiforme T790M nell'esone 20 del recettore del fattore di crescita epidermico ( EGFR ) è il meccanismo più comune di resistenza agli inibitori della tirosin-chinasi di EGFR ( EGFR-TKI ) ...


Circa il 10-15% dei pazienti con mutazioni del recettore del fattore di crescita epidermico ( EGFR ) portano mutazioni non-classiche. Tuttavia, in pazienti con mutazioni EGFR ...


Gli inibitori della tirosin-chinasi di EGFR ( TKI ) sono ampiamente utilizzati nel trattamento del tumore del polmone non-a-piccole cellule ( NSCLC ), soprattutto nei pazienti con mutazioni attivanti, ...


La transizione epitelio-mesenchimale ( EMT ) è associata a resistenza acquisita agli inibitori della tirosin-chinasi ( TKI ) del recettore del fattore di crescita dell'epidermide ( EGFR ) in alcuni tu ...


La resistenza acquisita si verifica nella maggior parte dei pazienti affetti da cancro del polmone non-a-piccole cellule ( NSCLC ) con mutazioni del gene che codifica per il recettore del fattore di c ...


Il trattamento con Alectinib ( Alecensa ) dopo il fallimento di Crizotinib ( Xalkori ) nei pazienti con cancro del polmone non-a-piccole cellule ALK-riarrangiato, garantisce una sopravvivenza di lunga ...



Poster